4 / 12 OTTOBRE 2019 - VICENZA
  • Home
  • Contributi 2019
  • UNA BIOHACKER S’IMPIANTA UN CHIP SOTTOCUTANEO NEL BRACCIO PER SBLOCCARE LA PROPRIA TESLA

UNA BIOHACKER S’IMPIANTA UN CHIP SOTTOCUTANEO NEL BRACCIO PER SBLOCCARE LA PROPRIA TESLA

Ci sono molti modi per sbloccare un’auto di nuova generazione (tessera, telecomando, app dedicata) ma un proprietario ha trovato un modo tutto particolare: impiantare un chip RFID (radio-frequency identification) nel proprio braccio e usarlo per sbloccare la propria vettura.
Un nuovo passo per il transumanesimo?
La biohacker Amie DD sulla piattaforma Hackaday ha rilasciato un video su come ha estratto il chip RFID dalla tessera della sua Tesla Model 3 e creato un impianto sottocutaneo che si è iniettata nel braccio.
Potrà sembrare una pazzia iniettarsi un pezzo di tecnologia sotto la propria pelle, ma in realtà è un procedimento molto simile a quello che facciamo ordinariamente con gli animali domestici per identificarli facilmente.
Amie in realtà aveva già un chip sottocutaneo precedentemente impiantato , e sperava di poterlo programmare per eseguire lo sblocco del veicolo, ma il sistema di sicurezza dell’auto lo ha impedito.

Così ha deciso semplicemente di estrarre il chip presente nella tessera originale del veicolo e, una volta prelevato tale chip, lo ha incapsulato in un formato più piccolo e di materiale adatto, così da poterlo impiantare nel proprio braccio.
Infine si è rivolta ad un esperto implantologo per eseguire l’operazione.

Restate connessi per scoprire le prossime NEWS sul mondo della mobilità sostenibile e sul Festival CI.TE.MO.S. che avrà luogo a Vicenza tra il 4 ed il 12 ottobre.
E non dimenticate di seguirci su Instagram per rimanere sempre aggiornati sul mondo dell’elettrico.

Vuoi avere maggiori informazioni sull’evento? Parliamoci!

Iscriviti alla newsletter